Notizie del giorno 29/09/2011: chi avrà la mano di Bankitalia?

Tra le notizie del giorno: scontro nella maggioranza sulla nomina del governatore della Banca d’Italia, proteste per il ddl intercettazioni, beni pubblici in vendita e decreto sviluppo per rilanciare il paese, la Germania approva il fondo salva stati.

POLITICA – Nomina Bankitalia: la divisione nella maggioranza tra sostenitori di Fabrizio Saccomanni (Berlusconi, Draghi) e Vittorio Grilli (Tremonti, Bossi) costringe il Pdl a prendere in considerazione una più ampia rosa di candidati. Seccato il Quirinale, che aveva già concordato con il premier la nomina di Saccomanni.
Ddl intercettazioni: a Roma la protesta contro la cosiddetta “legge bavaglio”, rispolverata per cercare di ridurre la pubblicazione delle intercettazioni.

ECONOMIAVendita beni pubblici: Giulio Tremonti annuncia l’inizio della cessione di beni pubblici per risanare il bilancio. Conta di ottenere circa 30 miliardi privatizzando il 10% dei beni statali. Nel frattempo il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi annuncia il varo del decreto sviluppo entro due settimane.
Lettera Bce al governo: pubblicata dal Corriere della Sera la lettera inviata a inizio agosto con le indicazioni per la manovra economica. Toni inusualmente diretti, e contenuti solo parzialmente assecondati dal governo.
Germania: oggi il parlamento tedesco ha votato a favore del fondo europeo salva stati. Tira un sospiro di sollievo la Grecia, e Angela Merkel può cantare vittoria.

INCHIESTE – Dopo lo show di ieri a La7, Valter Lavitola ritratta la volontà di restare latitante e annuncia che confronterà i magistrati. Lele Mora invece è stato trasferito dal carcere all’ospedale per un malore, e anche Alfonso Papa non si sente molto bene

Scritto da il 29/09/2011

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>