Notizie del giorno 25/10/2011: ritorna lo scalone?

Tra le notizie del giorno: nodo pensioni, la Lega non cede, forse si rispolvera lo scalone. Garimberti lamenta l’imparzialità del Tg3. Gheddafi sarà sepolto nel deserto libico, spunta l’ultima comunicazione inviata al nostro premier il 5 agosto.

POLITICAPensioni: Silvio Berlusconi risponderà in serata all’Unione Europea, che ha richiesto immediate misure per la crescita. L’unica carta giocabile sembra quella dell’innalzamento dell’età pensionabile, come si diceva ieri, ma le riserve della Lega Nord non sono affatto rientrate. Anzi, Umberto Bossi ha definito “drammatica” la situazione, paventando il rischio di una crisi di governo. Ricordiamo che nel 1994 il senatur provocò la caduta del governo proprio sul capitolo pensioni, ad ogni modo ha precisato che esclude categoricamente governi tecnici.
La soluzione potrebbe essere il cosiddetto “scalone”: una legge, firmata nel 2004 dall’allora Ministro del Lavoro Roberto Maroni, che prevedeva il progressivo innalzamento dell’età pensionabile a 62 anni, e da 35 a 40 gli anni di contributi per ottenere la pensione. Questo decreto legislativo fu abrogato dal Governo Prodi, quindi secondo il premier rimetterlo in auge permetterebbe di accontentare l’Europa senza irritare la base leghista, che aveva già a suo tempo digerito lo scalone. C’è da dire tuttavia che l’Unione Europea spinge per un sostanziale innalzamento, sicuramente non inferiore ai 65 anni, quindi per accontentare veramente l’Europa bisognerebbe ritoccare in modo sostanziale lo scalone.
Tg3: il Presidente della Rai Garimberti, sollecitato dal Pdl, ha ammesso che c’è un problema di imparzialità nel telegiornale della terza rete. Una non-notizia per chiunque, ma ci limitiamo ad osservare: partendo dall’assunto, vastamente condiviso, che il Tg3 sia di parte, in che modo è possibile stabilirne la misura? Nel senso: è abbastanza condiviso il fatto che 5 telegiornali nazionali (su 7) siano parziali e influenzati dal premier. In questa circostanza è inevitabile che i due rimanenti (Tg3 e TgLa7), che compongono una parte nettamente minoritaria dello share televisivo, vengano percepiti come “diversi”, al di fuori del flusso principale dell’informazione e quindi “di parte”. Ma quanto lo sono veramente? Com’è possibile giudicare la loro imparzialità in un panorama così compromesso?

ESTERILibia: Muhammar Gheddafi sarà sepolto nel deserto libico, in un posto imprecisato per evitare pellegrinaggi e atti vandalici. Nel frattempo spunta l’ultima comunicazione tra il Raìs e Silvio Berlusconi: il 5 agosto il leader libico avrebbe inviato al premier la richiesta di cessare i bombardamenti, di convincere la Nato a lasciare il pace il suo paese.

Scritto da il 25/10/2011

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>