Notizie del giorno 22/09/2011: un Milanese si salva

Tra le notizie del giorno: Marco Milanese si salva alla Camera, e con lui il governo. Polemiche intorno a Giulio Tremonti, assente. Continua la settimana nera dei mercati europei.

POLITICA - La Camera dei Deputati ha bocciato l’arresto di Marco Milanese con uno scarto di soli 6 voti. Il governo quindi tiene nonostante qualche franco tiratore. A Milanese è andata meglio di Alfonso Papa; pesano, con ogni probabilità, quei venti voti ascrivibili ai “maroniani”, questa volta fedeli alla linea del partito.
Alcuni deputati Pdl, in prima linea Daniela Santanchè, lamentano l’assenza di Giulio Tremonti (ufficialmente in viaggio per Washington), e lo accusano di “assenza immorale”. Per gli equilibri politici comunque si può parlare di un sostanziale “nulla di fatto”, la maggioranza tiene con le solite incognite.

ECONOMIA – Continua la settimana nera per i mercati europei. Lo spread tra Btp e Bund tocca il record di 413 punti, mentre Piazza Affari chiude con il -4,52%. Le cause sono attribuibili all’abbassamento del rating di sette banche italiane nonchè all’allarme della Fed, che ventila il rischio di recessione e trascina giù i principali mercati occidentali.

CRONACA - Mentre viene respinto il ricorso dei pm di Napoli sul trasferimento dell’indagine su Gianpaolo Tarantini a Roma, Silvio Berlusconi cerca di far passare come scherzi le affermazioni intercettate in merito alle “otto ragazze”. Si normalizza nel frattempo fortunatamente la situazione a Lampedusa.
Dall’estero, e più precisamente dal Palazzo di vetro dell’Onu, il Presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad nega l’olocausto davanti a una platea dimezzata a causa dell’uscita dei rappresentanti europei e statunitense.

Ma Marco Milanese di cosa è accusato? Associazione per delinquere, corruzione e rivelazione di segreto d’ufficio. Essere indagati, naturalmente, non comporta necessariamente l’arresto, ma in questo caso evidentemente i giudici hanno ritenuto di aver individuato gravi indizi di colpevolezza, o hanno ragione di credere che l’indagato possa inquinare le prove e rendersi latitante.
Comunque, nel dettaglio Milanese è sospettato di aver attribuito incarichi presso società controllate dal Ministero dell’Economia e delle Finanze in cambio di tangenti, nonchè di aver rivelato informazioni su indagini svolte dalla Guardia di Finanza.

Scritto da il 22/09/2011

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>