Commentario della Domenica

Perchè certi appunti non valgono un articolo, ma nemmeno l’oblio dai.

  • Marchionne fottiti” recita una scritta su un manifesto pubblicitario, accompagnata da una stella rossa. Neanche avessero messo una bomba. Qualunque imbecille può scrivere una qualsiasi cosa su un muro, il dramma sono i giornalisti che danno al fatto un carattere di eccezionalità. Vicino a casa mia una scritta recita: “Basta con le mestruazioni“. Cosa ci fanno, la diretta su la7D e la5*?
  • Mario Adinolfi aggredito da alcuni ragazzini al grido di “ciccione”. Tralasciando la facile ironia su una persona che considera un piatto di pasta una merenda (non me la sto inventando, comunque scelte sue), è notevole il fatto che tre ore prima blob avesse ritrasmesso il diverbio tra Adinolfi e Alessandro Sallusti, durante il quale il direttore del Giornale (si, è Sallusti, rassegnatevi) si augura che qualcuno lo prenda a botte. A botte sopraggiunte, esprime solidarietà.
    Un po’ di coerenza: se ritieni che Travaglio sia il mandante morale di Tartaglia (senza che il giornalista abbia mai augurato botte a Berlusconi) devi come minimo autodenunciarti mandante morale dell’aggressione ad Adinolfi. Spero che quest ultimo rifiuti la solidarietà espressa da Sallusti. Una stupidata, d’accordo, ma mi auguro che la prossima volta che si incontrano lo mandi almeno a quel paese.
  • Vittorio Feltri: “Il Giornale scrive falsità”. Ci è arrivato anche lui.

* Si sono due canali per donne. Si li hanno fatti, davvero.

Scritto da il 09/01/2011

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>